HomeGroupsTalkZeitgeist
Hide this

Results from Google Books

Click on a thumbnail to go to Google Books.

Siddhartha (Barnes & Noble Classics) by…
Loading...

Siddhartha (Barnes & Noble Classics) (original 1922; edition 2007)

by Hermann Hesse, Rika Lesser (Translator), Robert A. F. Thurman (Introduction)

MembersReviewsPopularityAverage ratingMentions
19,74924682 (3.97)420
Member:RebaRelishesReading
Title:Siddhartha (Barnes & Noble Classics)
Authors:Hermann Hesse
Other authors:Rika Lesser (Translator), Robert A. F. Thurman (Introduction)
Info:Barnes & Noble Classics (2007), Paperback, 160 pages
Collections:Your library
Rating:*****
Tags:Nobel

Work details

Siddhartha by Hermann Hesse (1922)

  1. 103
    The Prophet by Kahlil Gibran (Smiler69)
  2. 31
    Steppenwolf by Hermann Hesse (chwiggy)
  3. 10
    The Razor's Edge by W. Somerset Maugham (charlie68)
    charlie68: Similar thematically.
  4. 10
    Phantastes by George MacDonald (charlie68)
    charlie68: Similar themes of a young man looking for spiritual meaning.
  5. 10
    Buddha, Volume 1: Kapilavastu by Osamu Tezuka (JqnOC)
  6. 21
    Ramayana by C. Rajagopalachari (Jona25)
  7. 10
    Remember, be here now by Ram Dass (JFDR)
  8. 10
    The Metamorphosis by Franz Kafka (chwiggy)
  9. 00
    The Magic Mountain by Thomas Mann (chwiggy)
  10. 11
    Buddha by Karen Armstrong (Nickelini)
  11. 11
    Mahābhārata (R. K. Narayan ed.) by Vyasa (Jona25)
  12. 22
    Creation by Gore Vidal (mcenroeucsb)
  13. 01
    The Black Girl in Search of God (becca58203)
  14. 23
    The Holy Bible Revised Standard Version by Thomas Nelson & Sons (charlie68)
    charlie68: Connects with a lot of the same themes in Ecclesiastes and the Gospels.
  15. 711
    Life of Pi by Yann Martel (JFDR)
  16. 510
    The Wonderful Wizard of Oz by L. Frank Baum (Othemts)
    Othemts: These books share a similar quest for self-knowledge with the ultimate realization that what one is looking for was with you all the time. After all, there's no place like Om
Loading...

Sign up for LibraryThing to find out whether you'll like this book.

No current Talk conversations about this book.

» See also 420 mentions

English (218)  Italian (6)  French (5)  Spanish (5)  Swedish (4)  German (3)  Dutch (3)  Catalan (1)  All (1)  All (246)
Showing 1-5 of 218 (next | show all)
Read it again. Now I truly understand and even relate to the many questions Siddhartha posed himself. It's certainly a book that must be read at least once and with infinite amount of patience because the long narrative passes tend to be really slow.

Original review: Was one of the first books I read for my new high school at the time. Was incredibly confused by it. Must try to read it again one day. 3/5 stars. ( )
  lapiccolina | Jun 23, 2017 |
Phew. That's going to take some processing. Review to follow, along with thinking about whether my disagreements with the philosophy affect the rating. Definitely brilliant, regardless. ( )
  Pezski | Jun 8, 2017 |
“Siddharta” è probabilmente una delle opere più conosciute, amate, nonché strumentalizzate, dell’autore tedesco Hermann Hesse, importante personaggio letterario del XX secolo. Scritto nel 1922, riscopre il plauso del pubblico dopo il 1946, dopo che Hesse ottiene il premio Nobel per la Letteratura riportando alla ribalta i suoi lavori, raggiungendo un vero e proprio boom negli anni sessanta, nel pieno della controrivoluzione socio culturale anticonformista portata avanti in quegli anni.

Leggendo questo romanzo, questa “favola indiana”, come venne definito più volte da Hesse stesso, si comprende chiaramente l’importanza di questo breve ma straordinario romanzo. Il protagonista, Siddharta, è il figlio prodigio di un brahmino. Benestante, colto, pacato e incredibilmente intelligente, tanto da essere ammirato e desiderato da molte fanciulle per la sua bellezza.

Mentre, però, tutti sembrano lodarne la composta risolutezza nell’apprendere le leggi e i dogmi insegnatigli dal padre, Siddharta in realtà continua a sentir crescere in sé una forte inquietudine. La sete di sapere è incontrollabile, il desiderio di Essere e di comprendere l’Io diviene un chiodo fisso e l’irrequietezza è ormai giunta al punto di non ritorno quando, affiancato dall’amico di sempre, che sembra amarlo e adorarlo come e più degli altri, decide di riferire al padre la sua decisione di lasciare casa e di convertirsi all’ascetismo dei monaci samana.


«A volte percepiva, nelle profondità dell’anima, una voce lieve, spirante, che piano lo ammoniva, piano si lamentava, così piano ch’egli appena se ne accorgeva. Allora si rendeva conto per un momento che viveva una vita strana, che faceva cose ch’erano un mero gioco, che certamente era lieto e talvolta provava gioia, ma che tuttavia la vita vera e propria gli scorreva accanto senza toccarlo.»


Qua, il breve scontro fra padre e figlio, fatto solo di richieste, opposizione, risolutezza e comprensione è, credo, uno dei punti più significativi del romanzo. Probabilmente un delicato insegnamento che figli e genitori dovrebbero poter apprendere su come strutturare un rapporto sano fra loro.

Dalla sua partenza, spoglio di ogni avere, insieme all’amico fidato, Siddharta si concentra sull’unico suo obiettivo di comprendere l’Io. Sembra quasi che nell’ascetismo dei samana avesse trovato la risposta sperata, ma gli appare chiaro fin troppo presto che non è nella rinuncia di ogni bene materiale, in modo da immedesimarsi in tutto ciò che vi è attorno, che potrà trovare soddisfare la propria ricerca dell’Io.

Sarà nel buddismo che cercherà successivamente e, mentre Govinda sembrerà trovare la placida risposta alle sue domande e lascerà l’amico per unirsi al Buddha, Siddharta finirà per rifiutare anche questa dottrina e per riprendere il suo peregrinare. Sperimenterà la via della povertà, della ricchezza, del commercio, dei piaceri del corpo, nonché quella della semplice e ritirata vita del barcaiolo insieme a Vasuveda. E lungo tutto questo viaggio le riflessioni e la crescita interiore di Siddharta, che tutto sembrava comprendere e dare per assunto fin da giovane ma che invece si rende conto di quanto l’arroganza e l’orgoglio l’avessero colpito, colpiscono e lo avvicinano al lettore finendo per creare una bellissima connessione che si chiama immedesimazione.

Non esiste infatti persona al mondo, che sia ricca o povera, cristiana o buddista, che non finisca per porsi, più o meno in grande, gli stessi quesiti di Siddharta. La ricerca dell’IO che compie il protagonista non è altro che la ricerca di sé stesso, della pace interiore e la comprensione della propria anima come primo passo verso una comprensione più vasta e completa che porta poi alla armonia con il tutto.


«E su nessuna cosa al mondo so tanto poco quanto su di me, Siddharta! (…) e tosto da questo suo pensiero ne balzò subito un altro, che suonava “Che io non sappia nulla di me, che Siddharta mi sia rimasto così estraneo e sconosciuto, questo dipende da una causa fondamentale, una sola: io avevo paura di me, prendevo la fuga davanti a me stesso! (…) io voglio andare a scuola, voglio conoscermi, voglio svelare quel mistero che ha nome Siddharta”».


Sarà proprio il messaggio principale che Hermann Hesse vuole trasmetterci con “Siddharta”, ossia che la conoscenza dell’Io altro non è che l’unico mezzo per riuscire a raggiungere quella pace e comprensione del mondo che, traendo piacere dalle piccole cose che ci circondano, possiamo raggiungere anche non affidandoci a questa o quella religione. È la nostra forza interiore che ci sostiene e può farci raggiungere il nostro obiettivo, aggiungendo poi un altro importantissimo monito: la saggezza non si insegna e non si può trasmettere. Essa è un traguardo fatto di mille ostacoli, diversi per ognuno di noi, che può essere solamente raggiunta e mai donata.

Un omaggio all’animo umano, alla sua costante sete di conoscenza, nonché al suo continuo evolversi e trasformarsi. Un piccolo gioiello che merita di essere letto, riletto e infine compreso. ( )
  Nasreen44 | Jun 8, 2017 |
I seem to remember writing a book report for this in junior high or high school, but I don't recall that I ever actually read it. I wonder what the then me, being naive and impressionable, would have thought if I had read it. I know that I couldn't then, as now, read into a book and pull out what the author was thinking - or at least make up some nonsense about what I think the author was thinking. Regardless, the current me found this to be rather simple and preachy...with yet another, "oh, please" ending. ( )
  Razinha | May 23, 2017 |
much easier to read than I expected and not quite as annoying. glad that's over though. ( )
  Deborahrs | Apr 15, 2017 |
Showing 1-5 of 218 (next | show all)
[It] attempts to postulate an answer to the riddle of man's confused and contradictory existence in this universe.
 

» Add other authors (154 possible)

Author nameRoleType of authorWork?Status
Hesse, Hermannprimary authorall editionsconfirmed
Appelbaum, StanleyTranslatorsecondary authorsome editionsconfirmed
Bernofsky, SusanTranslatorsecondary authorsome editionsconfirmed
Binkhuysen, A.M.H.Translatorsecondary authorsome editionsconfirmed
Heberlein, AnnPrefacesecondary authorsome editionsconfirmed
Holmberg, NilsTranslatorsecondary authorsome editionsconfirmed
Iyer, PicoForewordsecondary authorsome editionsconfirmed
Kohn, Sherab ChödzinTranslatorsecondary authorsome editionsconfirmed
Kuhn, HeribertContributorsecondary authorsome editionsconfirmed
Mila, MassimoTranslatorsecondary authorsome editionsconfirmed
Neugroschel, JoachimTranslatorsecondary authorsome editionsconfirmed
Rosner, HildaTranslatorsecondary authorsome editionsconfirmed
You must log in to edit Common Knowledge data.
For more help see the Common Knowledge help page.
Series (with order)
Canonical title
Original title
Alternative titles
Original publication date
People/Characters
Important places
Important events
Related movies
Awards and honors
Epigraph
Dedication
(German)

Lieber, verehrter Romain Rolland!

Seit dem Herbst des Jahres 1914, da die seit kurzem angebrochene Atemnot der Geistigkeit auch mir plötzlich spürbar wurde, und wir einander von fremden Ufern her die Hand gaben, im Glauben an dieselben übernationalen Notwendigkeiten, seither habe ich den Wunsch gehabt, Ihnen einmal ein Zeichen meiner Liebe und zugleich eine Probe meines Tuns und einen Blick in meine Gedankenwelt zu geben. Nehmen Sie die Widmung des ersten Teiles meiner noch unvollendeten indischen Dichtung freundlichst entgegen von Ihrem

Hermann Hesse
First words
In the shade of the house, in the sunshine of the riverbank near the boats, in the shade of the Sal-wood forest, in the shade of the fig tree is where Siddhartha grew up, the handsome son of the Brahman, the young falcon, together with his friend Govinda, son of a Brahman.
(Spanish)
En la penumbra y bajo el Sol, al margen del río y cerca a las barcas; a la sombra del bosque de Sauces, creció Siddhartha, el bello hijo del brahmán, el joven halcón, compañero de Govinda, amigo suyo y también hijo de un brahmán.
(German)

Im Schatten des Hauses, in der Sonne des Flußufers bei den Booten, im Schatten des Salwaldes, im Schatten des Feigenbaumes wuchs Sidartha auf, der schöne Sohn des Brahmanen, der junge Falke, zusammen mit Govinda, seinem Freunde, dem Brahmanensohn.
Dal verbo suchen (cercare) i Tedeschi fanno il participio presente, suchend, e lo usano sostantivato, der Suchende (colui che cerca), per designare quegli uomini che non s'accontentano della superficie delle cose, ma d'ogni aspetto della vita vogliono ragionando andare in fondo, e rendersi conto di sé stessi, del mondo, dei rapporti che tra loro e il mondo intercorrono. Questo cercare che è già di per sé un trovare, come disse uno dei più illustri fra questi «cercatori», e precisamente Sant'aAgostino; quel cercare che è in sostanza vivere nello spirito.
NOTA INTRODUTTIVA
Nell'ombra della casa, sulle rive soleggiate del fiume presso le barche, nell'ombra del bosco di Sal, all'ombra del fico crebbe Siddharta, il bel figlio del Brahmino, il giovane falco, insieme all'amico suo, Govinda, anch'egli figlio di Brahmino.
Quotations
[attributions added]
Kamaswami: "... And what is it now what you've got to give? What is it that you've learned, what you're able to do?"
Siddhartha: "I can think. I can wait. I can fast."
Kamaswami: "That's everything?"
Siddhartha: "I believe, that's everything!"
Last words
(Click to show. Warning: May contain spoilers.)
(Click to show. Warning: May contain spoilers.)
(Click to show. Warning: May contain spoilers.)
(Click to show. Warning: May contain spoilers.)
Disambiguation notice
Publisher's editors
Information from the Italian Common Knowledge. Edit to localize it to your language.
Blurbers
Publisher series
Original language

References to this work on external resources.

Wikipedia in English

None

Book description
Chi è Siddharta? È uno che cerca, e cerca soprattutto di vivere intera la propria vita. Passa di esperienza in esperienza, dal misticismo alla sensualità, dalla meditazione filosofica alla vita degli affari, e non si ferma presso nessun maestro, non considera definitiva nessuna acquisizione, perché ciò che va cercato è il tutto, il misterioso tutto che si veste di mille volti cangianti. E alla fine quel tutto, la ruota delle apparenze, rifluirà dietro il perfetto sorriso di Siddharta, che ripete il "costante, tranquillo, fine, impenetrabile, forse benigno, forse schernevole, saggio, multirugoso sorriso di Gotama, il Buddha, quale egli stesso l'aveva visto centinaia di volte con venerazione". Siddharta è senz'altro l'opera di Hesse più universalmente nota. Questo breve romanzo di ambiente indiano, pubblicato per la prima volta nel 1922, ha avuto infatti in questi ultimi anni una strepitosa fortuna. Prima in America, poi in ogni parte del mondo, i giovani lo hanno riscoperto come un loro testo, dove non trovavano solo un grande scrittore moderno ma un sottile e delicato saggio, capace di dare, attraverso questa parabola romanzesca, un insegnamento sulla vita che evidentemente i suoi lettori non incontravano altrove.
(piopas)
Haiku summary

Amazon.com Product Description (ISBN 0553208845, Mass Market Paperback)

In the novel, Siddhartha, a young man, leaves his family for a contemplative life, then, restless, discards it for one of the flesh. He conceives a son, but bored and sickened by lust and greed, moves on again. Near despair, Siddhartha comes to a river where he hears a unique sound. This sound signals the true beginning of his life -- the beginning of suffering, rejection, peace, and, finally, wisdom.

(retrieved from Amazon Thu, 12 Mar 2015 18:05:09 -0400)

(see all 5 descriptions)

In the novel, Siddhartha, a young man, leaves his family for a contemplative life, then, restless, discards it for one of the flesh. He conceives a son, but bored and sickened by lust and greed, moves on again. Near despair, Siddhartha comes to a river where he hears a unique sound. This sound signals the true beginning of his life-- the beginning of suffering, rejection, peace, and, finally, wisdom.… (more)

(summary from another edition)

» see all 18 descriptions

Quick Links

Popular covers

Rating

Average: (3.97)
0.5 15
1 74
1.5 22
2 255
2.5 62
3 935
3.5 214
4 1650
4.5 212
5 1704

Penguin Australia

An edition of this book was published by Penguin Australia.

» Publisher information page

Tantor Media

An edition of this book was published by Tantor Media.

» Publisher information page

Is this you?

Become a LibraryThing Author.

 

You are using the new servers! | About | Privacy/Terms | Help/FAQs | Blog | Store | APIs | TinyCat | Legacy Libraries | Early Reviewers | Common Knowledge | 115,210,419 books! | Top bar: Always visible