HomeGroupsTalkZeitgeist
This site uses cookies to deliver our services, improve performance, for analytics, and (if not signed in) for advertising. By using LibraryThing you acknowledge that you have read and understand our Terms of Service and Privacy Policy. Your use of the site and services is subject to these policies and terms.
Hide this

Results from Google Books

Click on a thumbnail to go to Google Books.

L'intermittenza by Andrea Camilleri
Loading...

L'intermittenza (2010)

by Andrea Camilleri

MembersReviewsPopularityAverage ratingMentions
487242,697 (3.75)1
None
Loading...

Sign up for LibraryThing to find out whether you'll like this book.

No current Talk conversations about this book.

» See also 1 mention

Italian (3)  English (3)  French (1)  All (7)
Showing 3 of 3
Da qualche parte va così

Tutto ciò che l'immaginazione tira fuori non è poi così lontano dalla realtà. A volte è inferiore, a volte superiore, per crudeltà, spietatezza, squallore, ma anche per bellezza, umanità e semplicità. Vai avanti nella lettura perchè ti tiene lì incollata alle parole. Vuoi sapere fino a che punto un uomo può arrivare, fino a quando un uomo riesce a stare sul filo dell'ipocrisia e delle menzogne senza perdere la bussola. Alcuni vanno avanti per sempre, mossi dall'avidità senza fine, altri vengono fermati, da un altro uomo, dal destino, da un dio qualsiasi cui a volte credo anch'io purchè la bilancia si riequilibri. E' amaro questo Camilleri, come in "Un sabato con gli amici", ed è diametralmente opposto ai racconti siciliani. Mentre leggo mi chiedo da dove gli arriva tutta questa conoscenza e sensibilità per queste ambientazioni, che non sono "documentaristiche" come le indagini di Lucarelli nè annacquate come le vaghe news della maggior parte delle testate giornalistiche nostrane. I sentimenti sono forti, i contrasti netti e spiazzanti. Iniziato a principio della sera, terminato di botto durante un risveglio di una notte di fine estate che più calda non si poteva, mi resta al mattino un'angoscia e uno sconcerto per un mondo che so esistere, ma che non riesco ad accettare neanche se pensassi che "è solo un libro...". Molto bella la scelta della parola "intermittenza".
  Magrathea | Dec 30, 2017 |
Astuzia, simulazione e alleanze strategiche sono da sempre le armi più affilate di Mauro De Blasi, direttore generale di una delle più importanti aziende italiane. Da qualche tempo però la sua lucidità è messa a rischio da improvvisi black-out, angoscianti “intermittenze” che lo scollegano per qualche istante dal mondo esterno. Un problema, in un momento in cui la stabilità dell'azienda è messa in pericolo dalla crisi economica e gli operai occupano uno stabilimento minacciando l'immagine pubblica della proprietà; un grosso rischio nell'universo di relazioni spietate che Mauro ha costruito intorno a sé.

Tanto la moglie Marisa - una creatura votata alla sensualità e al soddisfacimento immediato dei propri bisogni - che i due vicedirettori - Guido Marsili, un abile ed efficiente gentleman con il pallino della poesia, e Beppo Manuelli, l'arrogante figlio del presidente - sono nemici da tenere a bada, ciascuno coinvolto in oscure trame che potrebbero danneggiare Mauro...

(from Feltrinelli web site, 11.4.2011)
  fontanitum | Apr 11, 2011 |
vedi (http://www.sololibri.net/L-intermittenza-di-Andrea.html):

Astuzia, simulazione e alleanze strategiche sono da sempre le armi più affilate
L’intermittenza di Andrea Camilleri
Ed. Mondadori
Migliaia di lavoratori a rischio. Manager spregiudicati. Due donne bellissime. Un thriller spietato, veloce come un battito di ciglia.

"L’intermittenza", l’ultimo libro di Camilleri, non può non richiamare alla memoria "Un sabato, con gli amici": stesso stile secco ed essenziale quasi a cogliere e collocare i personaggi (il lettore riesce, questa volta, a districarsi tra i vari nomi dei personaggi e loro relativi ruoli e legami grazie all’elenco presente all’inizio del libro) all’interno delle proprie crepe morali. Siamo dentro il mondo degli affari sporchi, dell’imprenditoria spietata e predatrice, della politica cialtrona e opportunista. Senza soluzione di continuità s’intersecano i rami dei vari settori alla cui base ci sono profitto, convenienza e malaffare, ma Camilleri idealmente vuole spezzare questo fil rouge di vasi comunicanti inventandosi: L’intermittenza. “Silenzio totale, assoluto, come se intorno gli fosse sorta una bolla d’aria insonorizzata, inglobandolo. I muscoli paralizzati, non obbediscono agli impulsi inviati dal cervello. Poi, senza preavviso, si sblocca. Il contatto con il mondo viene ristabilito. Per una frazione di secondi i rumori hanno un così forte innalzamento di volume che gli rintronano dentro la testa, lo stordiscono”.

Una corrente che si alterna o un black-out momentaneo interrompono ambizioni ed illusorie vanaglorie di chi mercifica tutto quello che tratta. Siamo in una metropoli del nord (Camilleri istantaneamente assume un registro linguistico formale e composto), al centro il patriarca-presidente di una grande industria, la Manuelli il cui figlio, Beppo, una nullità totale, ricopre indegnamente la carica di vice Direttore generale; il Direttore del Personale, Guido Marsili è un rullo compressore, senza ripensamenti, senza scrupoli, freddo e implacabile, ma con una segreta passione per la poesia e il Direttore generale Mauro De Blasi, manager importante che tiene tutto sotto controllo, eppure…avvisaglie di défaillance lo frastornano e lo lasciano inerme: “Fu allora che ebbe lacerante certezza della prossimità della sua morte”. La crisi nazionale aleggia sul Paese e la Manuelli fagocita l’azienda Artenia di Birolli sull’orlo del fallimento. Mauro De Blasi porta avanti le trattative in segreto, offrendo una certa cifra per il pacchetto azionario dell’azienda soccombente. Portare le perdite in riduzione dei loro utili: cento milioni di perdite finanziarie giacenti nell’Artenia sarebbero sprecati, portati nel bilancio della Manuelli varrebbero 40 milioni di minori tasse. Birolli si sarebbe liberato dei creditori e la Manuelli avrebbe guadagnato di più di quel che avrebbe pagato: il pesce grosso che divora quello più piccolo. Personaggi maschili tagliati con l’accetta, di sordido profilo, sempre pronti a captare l’affare losco e a mantenere il potere senza cedimenti. Tagli del personale, cassa integrazione galoppante e trattative con il politico di turno tracciano un quadro economico e finanziario molto simile alla realtà odierna. Le figure femminili assumono connotati propri dell’ambiente in cui vivono, Marisa, la bella moglie di De Blasi, ricca ed annoiata incline ai tradimenti; Anna, la segretaria di Mauro la cui vita pubblica sicura e motivata contrasta con la privacy deserta e vuota, facile agli abbagli amorosi; la bella nipote di Birolli, Licia, consulente del capo di un grande gruppo industriale, Luigi Ravazzi, si occupa di economia con grande disinvoltura. Eppure queste donne, apparentemente così risolute, granitiche per il lavoro che svolgono e per i ruoli che ricoprono, sono da Camilleri rappresentate sempre con estrema cautela e, spesso, spogliate dalla scorza esteriore che le caratterizza. La donna, l’eterno femminino appare in tutto il suo spessore e anche l’oca cristallizzata nella sua apparenza gradevole e accattivante mostra le sue fragilità interiori. In questo romanzo Camilleri assume il ruolo di evocatore dei destini italici, senza cadere nella trappole della retorica e nelle insidie del moralismo. In una prosa curata e controllata, dove le parti dialogiche non sono meno a quelle narrative - riflessive non c’è scampo alfine per chi vuole alzare sempre la bandiera del vincitore. Ha ancora fatto centro Camilleri? Senza aspettarsi il capolavoro o l’intuizione geniale, a mio modesto parere e da fans della prima ora, risponderei di sì.

Autore. Andrea Camilleri (1925) è autore di oltre 60 romanzi tra storici, civili e polizieschi, e di diverse raccolte di racconti, tradotti in più di 30 lingue. Vincitore di numerosi premi in Italia e all’estero, è noto al grande pubblico anche per i romanzi dedicate alle inchieste del commissario Montalbano, da cui è stata tratta la fortunata serie televisiva. Tra i tanti titoli ricordiamo: “La forma dell’acqua”, “Il cane di terracotta”, “Il ladro di merendine”, “La voce del violino”, “La stagione della caccia”, “Il birraio di Preston”, “La concessione del telefono”, “La gita a Tindari”, “Maruzza Musumeci”, “Il casellante”, “Il campo del vasaio”, “L’età del dubbio”, “Un sabato, con gli amici” “Il sonaglio” “ La caccia al tesoro”…

Recensione a cura di Arcangela Cammalleri
  MareMagnum | Oct 17, 2010 |
Showing 3 of 3
no reviews | add a review
You must log in to edit Common Knowledge data.
For more help see the Common Knowledge help page.
Series (with order)
Canonical title
Original title
Information from the French Common Knowledge. Edit to localize it to your language.
Alternative titles
Information from the French Common Knowledge. Edit to localize it to your language.
Original publication date
Information from the French Common Knowledge. Edit to localize it to your language.
People/Characters
Information from the French Common Knowledge. Edit to localize it to your language.
Important places
Information from the French Common Knowledge. Edit to localize it to your language.
Important events
Related movies
Awards and honors
Epigraph
Information from the French Common Knowledge. Edit to localize it to your language.
Au travail qui ennoblit l'homme
Dedication
First words
Information from the French Common Knowledge. Edit to localize it to your language.
Ce fut alors qu'il eut la certitude déchirante de la proximité de sa mort.
Quotations
Last words
Information from the French Common Knowledge. Edit to localize it to your language.
(Click to show. Warning: May contain spoilers.)
Disambiguation notice
Publisher's editors
Information from the French Common Knowledge. Edit to localize it to your language.
Blurbers
Publisher series
Information from the French Common Knowledge. Edit to localize it to your language.
Original language

References to this work on external resources.

Wikipedia in English

None

Book description
Haiku summary

No descriptions found.

No library descriptions found.

Quick Links

Popular covers

Rating

Average: (3.75)
0.5
1
1.5 1
2
2.5
3 1
3.5 2
4 4
4.5
5 2

Is this you?

Become a LibraryThing Author.

 

About | Contact | Privacy/Terms | Help/FAQs | Blog | Store | APIs | TinyCat | Legacy Libraries | Early Reviewers | Common Knowledge | 127,295,403 books! | Top bar: Always visible