HomeGroupsTalkZeitgeist
Hide this

Results from Google Books

Click on a thumbnail to go to Google Books.

Stalin: un altro punto di vista by Ludo…
Loading...

Stalin: un altro punto di vista (1994)

by Ludo Martens

MembersReviewsPopularityAverage ratingConversations
212,551,640 (4)None
Recently added byAimapotis, Leviathan81

No tags.

None.

None
Loading...

Sign up for LibraryThing to find out whether you'll like this book.

No current Talk conversations about this book.

Un libro che promette un punto di vista nuovo su una delle figure più controverse del secolo detto breve, ed effettivamente è ciò che offre.

Decisamente fuori dal comune questo libro parte da un impianto ideologico chiaro: il marxismo-leninismo e l'anti-revisionismo e tenta di smantellare le falsificazioni borghesi su Stalin che si riversano inevitabilmente su tutte le nazioni passate e presenti del socialismo reale.
Alcune situazioni considerate sono la dottrina del socialismo in un solo paese, vista con un'ottica di continuità con Lenin, la collettivizzazione e l'industrializzazione dove si sottolinea il carattere di entusiasmo dei sovietici, la carestia del 1932-33, usata a scopo antisocialista e addirittura filofascista e considerata per tutta la guerra fredda come un vero e proprio genocidio, concezione rivalutata e moderata anche da storici decisamente non favorevoli al comunismo, la necessità delle Grandi Purghe per eliminare (non sempre fisicamente) elementi di burocraticismo, disfattismo, controrivoluzionari e nazional-borghesi, la guerra antifascista e le capacità di Stalin, il colpo di Stato di Nikita Khrushchev e Lavrentj Beria e le falsificazioni del famoso XX Congresso e del Discorso Segreto.

Libro ben scritto, numerose sono le fonti primarie sia di personalità vicine a Stalin come Molotov e Zhukov (su quest'ultimo il giudizio dell'autore è piuttosto ambiguo) sia di personalità che vissero in Unione Sovietica o che conoscevano bene la situazione, ma non simpatizzavano per il comunismo, ma anche fonti degli archivi storici aperti circa 4 anni prima la pubblicazione del libro che è davvero ricco di fonti, analizzate nella loro completezza (spesso ricorre la dicitura ibidem dato che vengono citate più pagine di un documento) e presenti nelle note a piè di pagina in praticamente tutte le pagine. Utile anche il glossario alla fine del libro.

Molto belle anche le 40 foto che mostrano scene di vita quotidiana e straordinaria nell'URSS, dalle trattoriste dei kolchoz alle rovine di Stalingrado passando per il massacro di Babij Yar e l'impiccagione di un giovane militante comunista da parte dei nazisti

Una lettura non brevissima (circa 400 pagine) e non basilare (meglio avere già un quadro generale del periodo pre-rivoluzionario e soprattutto dal 1917 al 1956), ma interessante ed istruttiva se non altro per capire perché ancora qualcuno difenda il socialismo reale e i suoi principi. ( )
  Aimapotis | May 6, 2017 |
no reviews | add a review
You must log in to edit Common Knowledge data.
For more help see the Common Knowledge help page.
Series (with order)
Canonical title
Original title
Alternative titles
Original publication date
People/Characters
Important places
Important events
Related movies
Awards and honors
Epigraph
Dedication
First words
Quotations
Last words
Disambiguation notice
Publisher's editors
Blurbers
Publisher series
Original language

References to this work on external resources.

Wikipedia in English

None

Book description
Haiku summary

No descriptions found.

No library descriptions found.

Quick Links

Swap Ebooks Audio

Popular covers

Rating

Average: (4)
0.5
1
1.5
2
2.5
3
3.5
4 2
4.5
5

Is this you?

Become a LibraryThing Author.

 

About | Contact | Privacy/Terms | Help/FAQs | Blog | Store | APIs | TinyCat | Legacy Libraries | Early Reviewers | Common Knowledge | 119,613,549 books! | Top bar: Always visible