HomeGroupsTalkZeitgeist
This site uses cookies to deliver our services, improve performance, for analytics, and (if not signed in) for advertising. By using LibraryThing you acknowledge that you have read and understand our Terms of Service and Privacy Policy. Your use of the site and services is subject to these policies and terms.
Hide this

Results from Google Books

Click on a thumbnail to go to Google Books.

L'archeologia industriale nel Lazio : storia…
Loading...

L'archeologia industriale nel Lazio : storia e recupero (1999)

by Ministero per i Beni e le Attivita Culturali

MembersReviewsPopularityAverage ratingConversations
113,689,591 (4)None
Recently added byBiblioLorenzoLodi

None.

None
Loading...

Sign up for LibraryThing to find out whether you'll like this book.

No current Talk conversations about this book.

Una parte significativa della storia della nostra cultura espressiva è raffigurata dalle forme spesso fantasiose e bizzarre con cui, fino a qualche decennio fa, si costruivano opifici e manifatture, cartiere e stazioni ferroviarie, zuccherifici, fornaci o centrali idroelettriche. Tutti questi oggetti sono genericamente inseriti nella definizione di archeologia industriale, fortunata quanto impropria locuzione poiché l'archeologia è un metodo di indagine scientifica e non certo, come in questo caso, una connotazione cronologica di antichità. In ogni caso, senza entrare in dispute terminologiche, è evidente che sono molto frequenti i casi in cui il funzionalismo efficientista che presiedeva alla progettazione e realizzazione degli stabilimenti industriali si è piegato alle ragioni di un'espressività ricca e comunicativa, frutto anche dello spirito eclettico del periodo tra la fine dell'Ottocento e i primi decenni del Novecento. Queste costruzioni, invece che rappresentare l'asettica ingegnerizzazione della catena di montaggio o i flussi dell'organizzazione del lavoro, erano edificate in forma di: basiliche a navate, templi classici, falansteri utopistici o teatri, roccaforti, castelli, palazzi, padiglioni. Non si trattava ovviamente solo della ricerca di una tipologia - quella dell'edificio industriale - che, stentando a trovare una propria forma canonica, ha girovagato nell'imitazione di preesistenti morfologie edilizie. È evidente, in aggiunta, la presenza di una volontà di comunicazione, di un entusiasmo celebrativo della potenza economica e dell'audacia del rischio di impresa che ha preso in prestito forme importanti (anche se meno pratiche e più costose) per autorappresentare la consapevolezza della propria decisiva condizione sociale. Tutto ciò è realizzato non di rado con l'ingenuità che deriva dalla meccanica trasposizione di forme o di elementi costruttivi appartenenti ad un lessico superato dall'evoluzione dei metodi di calcolo delle strutture: capitelli superflui su esili colonne metalliche, mensoloni tanto decorati quanto inutili, archi e volte non più di sostegno per i solai sovrastanti, ma ad essi appesi con mera funzione decorativa, ed ancora timpani, cornicioni, modanature, paraste, balaustre, portali, bugnati, vetrate, finestroni, enfatici e decontestualizzati. ( )
  BiblioLorenzoLodi | Apr 29, 2015 |
no reviews | add a review
You must log in to edit Common Knowledge data.
For more help see the Common Knowledge help page.
Series (with order)
Canonical title
Information from the Italian Common Knowledge. Edit to localize it to your language.
Original title
Alternative titles
Original publication date
Information from the Italian Common Knowledge. Edit to localize it to your language.
People/Characters
Important places
Information from the Italian Common Knowledge. Edit to localize it to your language.
Important events
Related movies
Awards and honors
Epigraph
Dedication
First words
Information from the Italian Common Knowledge. Edit to localize it to your language.
Nella storia del territorio laziale il termine "industria" non è stato nei secoli molto usuale, in quanto le imprese non facevano parte di una politica programmatica da parte governativa, ma erano lasciate all' iniziativa di pochi attivi imprenditori, quelle di una certa importanza erano estremamente rare.
Quotations
Last words
Information from the Italian Common Knowledge. Edit to localize it to your language.
(Click to show. Warning: May contain spoilers.)
Disambiguation notice
Publisher's editors
Blurbers
Publisher series
Original language
Information from the Italian Common Knowledge. Edit to localize it to your language.

References to this work on external resources.

Wikipedia in English

None

Book description
Haiku summary

No descriptions found.

No library descriptions found.

Quick Links

Popular covers

Rating

Average: (4)
0.5
1
1.5
2
2.5
3
3.5
4 1
4.5
5

Is this you?

Become a LibraryThing Author.

 

About | Contact | Privacy/Terms | Help/FAQs | Blog | Store | APIs | TinyCat | Legacy Libraries | Early Reviewers | Common Knowledge | 127,172,677 books! | Top bar: Always visible