HomeGroupsTalkZeitgeist
This site uses cookies to deliver our services, improve performance, for analytics, and (if not signed in) for advertising. By using LibraryThing you acknowledge that you have read and understand our Terms of Service and Privacy Policy. Your use of the site and services is subject to these policies and terms.
Hide this

Results from Google Books

Click on a thumbnail to go to Google Books.

Ereciti e Inquisitori,. Volume II by Mariano…
Loading...

Ereciti e Inquisitori,. Volume II

by Mariano D'Alatri

MembersReviewsPopularityAverage ratingConversations
113,689,591NoneNone
Recently added byFundacionRosacruz

None.

None
Loading...

Sign up for LibraryThing to find out whether you'll like this book.

No current Talk conversations about this book.

ERECITI E INQUISITORI. VOLUME II

PREMESSA

I dieci studi raccolti nel volume riguardano manifestazioni episodiche
dell'eresia e interventi, anch'essi episodici, dell'inquisizione
primerla. II lettore, perciò, non vi troverà un racconto ordinato ed
esauriente delle vicende dell'una e dell'altra, sia pure limitatamente all'Italia
centrale che, in modo quasi esclusivo, forma l'oggetto dei detti studi.
E questo non per necessità, ma per una scelta consapevole, dal momento
che, per chi volesse ricostruire un quadro d'insieme, non difettano studi
su eresia e inquisizione nei secoli XIV-XV. Basti accennare a quelli di
Felice Tocco, Frédégand Callaey, Gerolamo Biscaro, Eugenio Dupré
Theseider, Friederich Bock e, in tempi a noi piú vicini, di Edith Pásztor,
Ovidio Capitani, Grado G. Merlo, Raniero Orioli, Lorenzo Paolini, E.
Panella ed altri ancora. Si è preferito, cioè, ripresentare un insieme
di contributi originali, per la maggior parte accompagnati da testi finora
inediti o comunque elaborati su fonti sicure.

Anche se i detti studi non offrono un quadro materialmente com
pleto, permettono nondimeno di conoscere le varie « eresie » e la evo-
luzione della prassi o giurisprudenza inquisitoriale verificatasi nel corso
dei secoli XIV-XV. Gli studi potrebbero essere raggruppati secondo la
successione cronologica (prima metà del Trecento e del Quattrocento),
in ragione dell'ambiente in cui i fatti si svolsero (Toscana, Marche, Umbria,
Lazio) o, finalmente, a seconda delle varie « eresie » perseguite. La
virgolettatura è d'obbligo, poiché dinanzi al tribunale dell'inquisitore o
di chi, di volta in volta, ne prende il posto, compaiono fraticelli di
varia estrazione e loro seguaci, ribelli al papa o, in genere, alla curia
romana, spiriti forti, scomodi riformatori religiosi, « idolatri », fattucchieri
e semplicioni. L'intervento dell'inquisitore è determinato sempre
da motivi religiosi, anche se bisogna tener conto che costumi e parole
del rozzo uomo della fine del medioevo offrivano un facile bersaglico
alla intraprendenza di giudici della fede poco o nulla scrupolosi.
Alcuni inquisitori, la cui attività è abbastanza bene documentata
(sono del loro numero fra Pietro da L'Aquila e fra Pietro da Penna San...
  FundacionRosacruz | Jan 12, 2018 |
no reviews | add a review
You must log in to edit Common Knowledge data.
For more help see the Common Knowledge help page.
Series (with order)
Canonical title
Original title
Alternative titles
Original publication date
People/Characters
Important places
Important events
Related movies
Awards and honors
Epigraph
Dedication
First words
Quotations
Last words
Disambiguation notice
Publisher's editors
Blurbers
Publisher series
Original language

References to this work on external resources.

Wikipedia in English

None

Book description
Haiku summary

No descriptions found.

No library descriptions found.

Quick Links

Popular covers

Rating

Average: No ratings.

Is this you?

Become a LibraryThing Author.

 

About | Contact | Privacy/Terms | Help/FAQs | Blog | Store | APIs | TinyCat | Legacy Libraries | Early Reviewers | Common Knowledge | 127,295,169 books! | Top bar: Always visible