HomeGroupsTalkZeitgeist
Hide this

Results from Google Books

Click on a thumbnail to go to Google Books.

Il tempo di Zeithain (1943-1944) : diario di…
Loading...

Il tempo di Zeithain (1943-1944) : diario di una crocerossina internata…

by Maria Vittoria Zeme

MembersReviewsPopularityAverage ratingConversations
113,689,591 (4)None
Recently added byBiblioLorenzoLodi

None.

None
Loading...

Sign up for LibraryThing to find out whether you'll like this book.

No current Talk conversations about this book.

Tra le numerose e gravi violazioni degli accordi internazionali sul trattamento dei prigionieri di guerra vi fu, da parte dei nazisti, anche quella dell'internamento nei Lager del personale sanitario militare: medici, infermiere della Croce Rossa Italiana, personale di treni ospedale, anche dell'Ordine di Malta, cappellani militari. Sorella Zeme ebbe in sorte, come «internata militare», di essere deportata nel Lager di Zeithain, dove erano inviati i militari italiani invalidi di alcuni ospedali da campo dei Balcani e quelli divenuti invalidi nei Lager perché assoggetta ti ad un lavoro schiavistico vero e proprio. Il Lager di Zeithain avrebbe dovuto essere un sanatorio, per un eventuale loro recupero; in realtà divenne un Lager di moribondi. L'esperienza di Sorella Zeme fu tragica, ma salutare, almeno per i ricoverati, che ebbero il conforto di averla vicino, proprio come una Sorella, quando non vi erano più cure possibili e la fine si avvicinava.
Il Lager di Zeithain era come tutti gli altri Lager, anche se ufficialmente denominato Lazarett. Il vitto era del tutto insufficiente e la mancanza di sussidi sanitari totale. In questa sconfortante situazione Sorella Zeme, anch'essa affamata come tutti, anch'essa alloggiata in una baracca gelida e con la sola uniforme di Crocerossina, sempre più consunta e inadatta al clima (finché non le fu dato un cappotto grigioverde militare, forse di un morto), confortò l' agonia dei morenti, con la sua dolcezza e la sua carità cristiana. Ogni giorno - ella scrive - fame, freddo, cimici, pidocchi, grossi topi e la mancanza di tutto, eppure ci sono due forze straordinarie che ci sostengono: prima la preghiera e la fede,
poi l'assistenza e il conforto che si può dare a tanti giovani soldati che muoiono. [...]

INDICE
Presentazione (Vittorio Emanuele Giuntella)
Introduzione (Claudio Sommaruga)
Prefazione (Sorella Zeme)
Il diario (26 ottobre 1943 - 6 giugno 1944)
Testimonianze e documenti
Zeithain, «anticamera della morte»
Bibliografia essenziale
Bibliografia generale ( )
  BiblioLorenzoLodi | Aug 2, 2015 |
no reviews | add a review
You must log in to edit Common Knowledge data.
For more help see the Common Knowledge help page.
Series (with order)
Canonical title
Original title
Information from the Italian Common Knowledge. Edit to localize it to your language.
Alternative titles
Original publication date
People/Characters
Important places
Information from the Italian Common Knowledge. Edit to localize it to your language.
Important events
Related movies
Awards and honors
Epigraph
Dedication
First words
Quotations
Last words
Disambiguation notice
Publisher's editors
Blurbers
Publisher series
Original language
Information from the Italian Common Knowledge. Edit to localize it to your language.

References to this work on external resources.

Wikipedia in English

None

Book description
Haiku summary

No descriptions found.

No library descriptions found.

Quick Links

Swap Ebooks Audio

Popular covers

Rating

Average: (4)
0.5
1
1.5
2
2.5
3
3.5
4 1
4.5
5

Is this you?

Become a LibraryThing Author.

 

About | Contact | Privacy/Terms | Help/FAQs | Blog | Store | APIs | TinyCat | Legacy Libraries | Early Reviewers | Common Knowledge | 120,743,240 books! | Top bar: Always visible