HomeGroupsTalkZeitgeist
This site uses cookies to deliver our services, improve performance, for analytics, and (if not signed in) for advertising. By using LibraryThing you acknowledge that you have read and understand our Terms of Service and Privacy Policy. Your use of the site and services is subject to these policies and terms.
Hide this

Results from Google Books

Click on a thumbnail to go to Google Books.

October 16, 1943: Eight Jews by Giacomo…
Loading...

October 16, 1943: Eight Jews

by Giacomo Debenedetti

MembersReviewsPopularityAverage ratingConversations
433267,810 (4.17)None

None.

None
Loading...

Sign up for LibraryThing to find out whether you'll like this book.

No current Talk conversations about this book.

Showing 3 of 3
16 ottobre 1943 e Otto ebrei sono due opuscoli », cosi li definì l’autore, nei quali la condizione ebraica viene messa a fuoco attraverso la narrazione di avvenimenti che ancor oggi scuotono l’opinione pubblica: la deportazione, ordinata da Herbert Kappler, degli ebrei romani nel 1943, il massacro delle Fosse Ardeatine nel marzo del 1944. Giacomo Debenedetti li scrisse a caldo: Otto ebrei è del settembre del ‘44, 16 ottobre 1943 è del novembre di quello stesso anno. Sono due piccoli libri essenziali, asciutti e terribili come antiche cronache, nei quali non si parla soltanto della sofferenza e dell’infelicità del popolo ebraico sotte ‘sto da secoli alla persecuzione e costretto nel ghetto della diversità, ma anche, come ha scritto Maurice Blanchot riconsiderando la condizione ebraica, del significato positivo dell’ebraismo e della stessa diversità della quale l’ebreo è preso ad emblema. ( )
  BiblioLorenzoLodi | Mar 9, 2016 |
Breve e splendido, 16 ottobre 1943 narra la deportazione degli ebrei romani -scriveva Natalia Ginzburg su " La Stampa" di questi due racconti di Giacomo Debenedetti -. Non possiamo fare a meno di amrni-: rame la straordinaria forza dello stile, trasparente come il vetro. Sembra che a parlare, nel racconto di Debenedetti, sia la stessa realtà . Le frasi si susseguono, alte, nitide, disadorne,severe, e su ciascuna di esse grava il peso d'una pietà immensa. Al modo dei rintocchi di un orologio, suonano le parole che portano all'implacabile conclusione» Le due cronache, del 1944, sono tra le sole pagine di narrativa del grande critico, lettore di Proust, studioso del romanzo novecentesco, scritte evidentemente sotto l'urgere del dolore e della pietà civili. La prima narra dell'inganno vile e della persecuzione di Kappler contro gli ebrei del Ghetto di Roma (e i due aggettivi della Ginzburg, « breve e splendido », indicano che siamo di fronte a uno dei più bei racconti italiani mai scritti) La seconda cronaca, Otto ebrei, presenta il caso di un aguzzino
che, a provare la propria buona fede, testimonia di aver risparmiato otto ebrei includendoli, in quanto ebrei, in un gruppo di dieci da salvae dalle Fosse Ardeatine: e Debenedetti riflette su questa grazia compssionevole, questa concessione di ingresso privilegiato in un'arca di Noè, non sia stato da vivere come odioso razzismo. ( )
  BiblioLorenzoLodi | Mar 16, 2012 |
La retata nazista del Ghetto di Roma del 16 ottobre 1943 raccontata da Giacomo Debenedetti. Pagine brucianti dove a parlare è un coro sgomento e terribile da cui si staccano, solo per infinitesimi istanti, le voci dei protagonisti, subito sommerse e per sempre perdute. ( )
  BiblioLorenzoLodi | Mar 7, 2012 |
Showing 3 of 3
no reviews | add a review
You must log in to edit Common Knowledge data.
For more help see the Common Knowledge help page.
Series (with order)
Canonical title
Original title
Information from the Italian Common Knowledge. Edit to localize it to your language.
Alternative titles
Information from the Italian Common Knowledge. Edit to localize it to your language.
Original publication date
Information from the Italian Common Knowledge. Edit to localize it to your language.
People/Characters
Information from the Italian Common Knowledge. Edit to localize it to your language.
Important places
Information from the Italian Common Knowledge. Edit to localize it to your language.
Important events
Information from the Dutch Common Knowledge. Edit to localize it to your language.
Related movies
Awards and honors
Information from the Russian Common Knowledge. Edit to localize it to your language.
Epigraph
Dedication
Information from the Italian Common Knowledge. Edit to localize it to your language.
Dono di Martucci Francesco
First words
Information from the Italian Common Knowledge. Edit to localize it to your language.
Fino a poche settimane prima, ogni venerdi sera, all’accersi della prima stella, si spalancavano tutte grandi grandi porte della Sinagoga, quelle verso la piazza del tempio.
Quotations
Last words
Information from the Italian Common Knowledge. Edit to localize it to your language.
(Click to show. Warning: May contain spoilers.)
Disambiguation notice
Publisher's editors
Blurbers
Publisher series
Information from the Italian Common Knowledge. Edit to localize it to your language.
Original language
Information from the Italian Common Knowledge. Edit to localize it to your language.

References to this work on external resources.

Wikipedia in English

None

Book description
Haiku summary

No descriptions found.

No library descriptions found.

Quick Links

Popular covers

Rating

Average: (4.17)
0.5
1
1.5
2
2.5
3
3.5 1
4
4.5 2
5

Is this you?

Become a LibraryThing Author.

 

About | Contact | Privacy/Terms | Help/FAQs | Blog | Store | APIs | TinyCat | Legacy Libraries | Early Reviewers | Common Knowledge | 126,530,327 books! | Top bar: Always visible