HomeGroupsTalkZeitgeist
This site uses cookies to deliver our services, improve performance, for analytics, and (if not signed in) for advertising. By using LibraryThing you acknowledge that you have read and understand our Terms of Service and Privacy Policy. Your use of the site and services is subject to these policies and terms.
Hide this

Results from Google Books

Click on a thumbnail to go to Google Books.

Tenebrae by Danila Comastri Montanari
Loading...
MembersReviewsPopularityAverage ratingConversations
101880,191 (4)None

None.

None
Loading...

Sign up for LibraryThing to find out whether you'll like this book.

No current Talk conversations about this book.

Antiche domus romane, strade maleodoranti e vicoli labirintici di una città dove le uniche fonti di illuminazione sono i "funalia", torce di resina che gettano una luce stenta su uomini e cose. E poi sette sorelle potenziali assassine, una rivolta di schiavi in Etruria, un delitto senza cadavere, un enigma in codice dalla cui decifrazione può dipendere la vita dello stesso senatore Stazio: tutto questo è il tredicesimo episodio della serie "Publio Aurelio, un investigatore nell'antica Roma", il ciclo seriale creato da Danila Comastri Montanari.

Sette sorelle potenziali assassine, terroristi “ante litteram€? in nome della libertà, un delitto in una camera chiusa che sembra sfidare ogni logica, una ragazza cieca che coglie intuitivamente la presenza del male. E a mettere ordine nella babele del crimine, nella speranza di non lasciarci la pelle, il detective più famoso dell’Impero Romano.
Provate a pensare alle antiche domus romane, ai vicoli maleodoranti e labirintici di una città dove le uniche fonti di illuminazione sono i funalia, torce di resina che gettano una luce stenta su uomini e cose. Pensate all’oscurità che cala ogni giorno sull’Impero più grande e potente mai visto in Europa. Pensate all’ansia, alla tensione, al sottile senso di inquietudine che la notte porta sempre con sé...
E adesso pensate a un assassino - o forse più di uno - che nell’oscurità trova il suo elemento naturale, muovendosi nel buio come un pesce nell’acqua.
E ancora, pensate a quella linea d’ombra che talvolta - ma solo talvolta - separa la razionalità dalla follia omicida. E infine pensate alla paura, alla morte, al terrore, al mistero; alla presenza del male e alla necessità che qualcuno - magari un detective in toga e laticlavio di nome Publio Aurelio Stazio - vi si opponga con tutte le sue forze, in nome della verità e della giustizia, e senza rinunciare ad almeno un pizzico di sana ironia di stampo epicureo.
Tutto questo - e molto, molto altro ancora- è Tenebrae. ( )
  MareMagnum | Mar 24, 2006 |
no reviews | add a review
You must log in to edit Common Knowledge data.
For more help see the Common Knowledge help page.
Series (with order)
Canonical title
Original title
Alternative titles
Original publication date
People/Characters
Important places
Important events
Related movies
Awards and honors
Epigraph
Dedication
First words
Quotations
Last words
Disambiguation notice
Publisher's editors
Blurbers
Publisher series
Original language

References to this work on external resources.

Wikipedia in English

None

Book description
Haiku summary

No descriptions found.

No library descriptions found.

Quick Links

Popular covers

Rating

Average: (4)
0.5
1
1.5
2
2.5
3
3.5
4 2
4.5
5

Is this you?

Become a LibraryThing Author.

 

About | Contact | Privacy/Terms | Help/FAQs | Blog | Store | APIs | TinyCat | Legacy Libraries | Early Reviewers | Common Knowledge | 126,340,202 books! | Top bar: Always visible