HomeGroupsTalkZeitgeist
This site uses cookies to deliver our services, improve performance, for analytics, and (if not signed in) for advertising. By using LibraryThing you acknowledge that you have read and understand our Terms of Service and Privacy Policy. Your use of the site and services is subject to these policies and terms.
Hide this

Results from Google Books

Click on a thumbnail to go to Google Books.

La meglio gioventu (The best of youth) - DVD…
Loading...

La meglio gioventu (The best of youth) - DVD - 360' (edition 2003)

by Marco Tullio Giordana (director) (Director)

MembersReviewsPopularityAverage ratingMentions
221696,707 (4.1)1
Member:zerkalo
Title:La meglio gioventu (The best of youth) - DVD - 360'
Authors:Marco Tullio Giordana (director)
Info:Lumière - RAI - 2003
Collections:Your library, Currently reading
Rating:
Tags:italian film, DVD

Work details

The Best of Youth [2003 film] by Marco Tullio Giordana (Director)

None.

None
Loading...

Sign up for LibraryThing to find out whether you'll like this book.

No current Talk conversations about this book.

» See also 1 mention

(Italia 2003, col, 366') Marco Tullio Giordana. Con Luigi Lo Cascio, Alessio Boni, Adriana Asti, Sonia Bergamasco, Fabrizio Gifuni, Jasmine Trinca, Maya Sansa, Valentina Carnelutti, Andrea Tidona, Lidia Vitale, Claudio Gioè, Camilla Filippi, Paolo Bonanni, Riccardo Scamarcio, Giovanni Scifoni, Michele Melega, Mario Schiano, Therese Vadem, Stefano Abbati, Roberto Accornero, Fabio Camilli, Patrizia Punzo.
Film in due parti. Atto I: nell'estate del 1966, la partenza per Capo Nord dei due fratelli romani Carati, Nicola (Lo Cascio) e Matteo (Boni), è ritardata dal tentativo di alleviare le sofferenze di Giorgia (Ttinca), una giovane schizofrenica sottoposta a elettroshock. L'impossibilità di aiutarla spingerà Matteo a entrare in polizia e Nicola ad approfondire gli insegnamenti dell'antipsichiatria basaglana, che studierà a Torino, dove ha seguito Giulia (Bergamasco), conosciuta durante l'alluvione di Firenze. Mentre Matteo misura la violenza della realtà (e la propria rabbia) prima a Torino e poi a Palermo, Nicola si impegna nel lavoro psichiatrico, ha una figlia, Sara, ma non sa fermare Giulia, che entra in clandestinità con le Brigate Rosse. Intanto il padre (Tidona) dei Carati muore, amorevolmente curato ·dalla moglie (Asti); la sorella maggiore Giovanna (Vitale) prosegue nella sua çarriera da magistrato di prima fila e la minore, Francesca (Carnelutti), sposa il miglior amico di Nicola, Carlo Tommasi (Gifuni), giovane economista impiegato alla Banca d'Italia. Atto II: siamo arrivati agli anni Ottanta: Nicola ritrova Giorgia, internata in un lager manicomiale, e si impegna per farle ritrovare un po' di equilibrio; Matteo non riesce a tacitare la propria insoddisfazione nemmeno con l'amore che gli dimostra Mirella (Sansa); Giulia, che ha fatto sapere a Carlo che è un obiettivo delle Br, viene catturata per aver voluto vedere la figlia. E il caso farà scoprire a Nicola l'èsistenza di Mirella, che dal suo tormentato e fugace rapporto con Matteo ha avuto un figlio, Andrea... Pensato per la televisione (in quattro puntate) ma uscito al cinema dopo il premio vinto a Cannes nella sezione "Un certain regard", questo film ripercorre quasi quarant'anni di vita italiana (si chiude nel 2003, nella casa in Toscana di Carlo, con un ideale passaggio di testimone tra la generazione dei padri e quella dei figli), riuscendo a fondere coinvolgimento melodrammatico e riflessione sociale. La sceneggiatura di Stefano Rulli e Sandro Petraglia (autori di un esperimento televisivo simile ma meno convincente, La vita che verrà, sul dopoguerra e la ricostruzione, diretto da Pasquale Pozzessere) indovina l'idea di affidare a due fratelli in qualche modo speculari il compito di far avanzare l'intreccio: Nicola più "possibilista", Matteo più "intransigente"; il primo incarnazione degli ideali migliori della "borghesia illuminata" nazionale, il secondo portatore di una rabbia distruttiva e "individualista". Poche le concessioni alla commedia (affidate, nel secondo atto, all'operaio riciclato Vitale [Gioè]), pochi anche i momenti di vera riflessione sulla Storia (quelli più deboli e debitori del senno di poi: la tirata di Vitale contro i volantini massimalisti del Sessantotto, l'autodifesa dell'imputato di Mani Pulite); piuttosto una descrizione partecipataed emotiva alle aspirazioni di una generazione - che spesso la cronaca si è incaricata di ridimensionare: la voglia di ordine come rigore morale di Matteo - ma che riesce, in un finale luminoso e malinconico tra le Eolie e la Toscana, a ribadire una voglia di cambiare non ancora spenta. Un cinema che sa ritrovare il piacere del racconto (non è un caso se si vedono tanti libri e biblioteche), a cui Giordana sa dare una fluidità insolita per un'opera così imponente, utilizzando al meglio l'intensità dei primi piani e sfruttando i momenti di sospensione narrativa offerti dalle scene en plein air. Il titolo riprende quello di una raccolta di poesie friulane di Pier Paolo Pasolini. Prodotto da Angelo Barbagallo; fotografia di Roberto Forza, scenografia di Franco Ceraolo. ( )
  videotecadsu | Jul 24, 2014 |
no reviews | add a review

» Add other authors (2 possible)

Author nameRoleType of authorWork?Status
Giordana, Marco TullioDirectorprimary authorall editionsconfirmed
Petraglia, SandroScreenwritermain authorall editionsconfirmed
Boni, Alessiosecondary authorall editionsconfirmed
Lo Cascio, Luigisecondary authorall editionsconfirmed
Trinca, Jasminesecondary authorall editionsconfirmed
You must log in to edit Common Knowledge data.
For more help see the Common Knowledge help page.
Series (with order)
Canonical title
Original title
Alternative titles
Original publication date
People/Characters
Important places
Important events
Related movies
Awards and honors
Epigraph
Dedication
First words
Quotations
Last words
Disambiguation notice
Publisher's editors
Blurbers
Publisher series
Original language
Canonical DDC/MDS

References to this work on external resources.

Wikipedia in English

None

Book description
Haiku summary

No descriptions found.

Divided by politics but bonded by blood, Italian brothers Nicola and Matteo find their paths intersecting through some of the most tumultuous events in recent history. Produced for Italian television, but never broadcast; released theatrically instead.… (more)

(summary from another edition)

Quick Links

Popular covers

Rating

Average: (4.1)
0.5
1
1.5
2
2.5
3 2
3.5
4
4.5 1
5 2

Is this you?

Become a LibraryThing Author.

 

About | Contact | Privacy/Terms | Help/FAQs | Blog | Store | APIs | TinyCat | Legacy Libraries | Early Reviewers | Common Knowledge | 134,110,188 books! | Top bar: Always visible