HomeGroupsTalkZeitgeist
Hide this

Results from Google Books

Click on a thumbnail to go to Google Books.

La presa di Macallè by Andrea Camilleri
Loading...

La presa di Macallè (2003)

by Andrea Camilleri

MembersReviewsPopularityAverage ratingConversations
140485,666 (2.81)None

None.

None
Loading...

Sign up for LibraryThing to find out whether you'll like this book.

No current Talk conversations about this book.

Italian (2)  Spanish (2)  All languages (4)
Showing 4 of 4
Som a Vigata, Sicília, lany 1935. Michilino, fill de lErnestina i el Giugiù, creix a empentes i rodolons entre un pare que “fa porqueries” amb la minyona de casa i una mare que es lliura a la penetrant conversa dun capellà. A aquest ambient familiar, el pes de leducació religiosa extrema i la política feixista del poble shi suma lacció directa del professor Gorgerino, cap de lObra Nacional Balilla del poble i pedòfil consumat, que decideix entrenar el vailet en la “gimnàstica dels espartans” per celebrar junts els èxits militars de lexèrcit italià a Abissínia. Precisament després de la presa de Macallè, linfant innocent es convertirà en un integrista en acció, un soldat de la doctrina disposat a matar.
  pepviv | Jul 26, 2012 |
Sicilia, año de gracia de 1935, en plena guerra de Abisinia. Michelino es un niño de seis años, inteligente y precoz, que intenta asimilar lo que ocurre a su alrededor con los mecanismos propios de su edad, intuyendo las cosas aunque sin llegar a comprenderlas. Hijo de Gerlando Sterlini, fascista ejemplar y prohombre de Vigàta, Michelino se abre paso en un mundo enfermo y peligroso, descubriendo, demasiado rápido como para salir indemne, la cara oscura y miserable de los adultos ( )
  juan1961 | Dec 20, 2010 |
adoro camilleri, soprattutto i suoi romanzi storici, di tutti quelli che ho letto questo è quello che ritengo meno riuscito.. qui manca la simpatia che l'autore - o meglio il narratore - prova per i personaggi ...La storia é molto cupa e senza possibilitá di salvezza... ( )
  aquisgrana | Nov 11, 2006 |
Nell'anno di grazia 1935, quello della guerra d'Abissinia, Michilino è un "picciliddro". Figlio della Lupa, fascista perfetto, arruolato nella milizia di Cristo grazie a prima comunione e cresima, il bambino si cerca a tentoni tra un padre che si "ringalluzza con la creata di casa" e una madre che si dà alla "penetrante conversazione" con un prete. Il professore Gorgerino, pedofilo e capo dell'opera nazionale balilla, lo introduce alla ginnastica degli spartani brutalizzandolo per festeggiare di volta in volta la presa di Macallè, di Tacazzè, Axum. Ed è proprio durante i festeggiamenti per la presa di Macallè che il bambino dall'infanzia manomessa decide di farsi vendicatore, trasformandosi in un pluriomicida soldato della milizia del Duce e di Cristo.

Dopo Il re di Girgenti, ecco di nuovo Andrea Camilleri alle prese con un genere finora meno frequentato, ma non meno stimolante dei racconti gialli a cui deve notorietà e successo: il romanzo storico. La presa di Macallè narra una storia frutto di pura fantasia, calata però in un contesto di avvenimenti realmente accaduti. Lo scenario è quello della Sicilia di inizio secolo, magistralmente descritta dall'autore che ricrea abilmente atmosfere e situazioni legate alla sua infanzia e alla sua giovinezza. Ispirandosi al prezioso patrimonio dei ricordi, Camilleri immagina, ambientandola nella Vigàta del 1935, la sconcertante parabola esistenziale di un bambino di sei anni, vittima delle aberrazioni della società del suo tempo. Michilino, figlio del camerata Giugiù, è un ragazzino come molti del suo tempo, diviso tra famiglia, studio e adunate dell'opera nazionale balilla. L'unico particolare che lo differenzia dai compagni della stessa età è una precoce maturazione sessuale che attira le attenzioni perverse e violente di chi lo circonda. Dovrà dunque vedersela con gli assalti del professore pedofilo, le astuzie della vedova passionale, l'ambiguità della giovane cugina che lo inizia alle gioie dei sensi. L'ambiente di casa non gli riserva sorprese migliori: i tradimenti del padre, stimato gerarca fascista, e le prodezze amatorie della madre con il prete del paese portano ben presto la famiglia allo sfascio. E così il giovane Michilino, privo di saldi riferimenti affettivi e morali, vivace e sensibile ma sempre più condizionato dalle suggestioni della retorica fascista e dall'estremismo religioso, cade nell'abisso del fanatismo, che confonde cielo e terra, politica e religione, trasfigurandosi in un angelo vendicatore del fascio e della fede. Fino al delirante, amarissimo epilogo.
La presa di Macallè è un romanzo dai toni crudi, caratterizzato da una trama e da personaggi volutamente esagerati. La narrazione stilisticamente impeccabile, avanza piacevolmente, servendosi dell'ormai caratteristico linguaggio creato dallo scrittore siciliano in cui si confondono sapientemente termini italiani e dialettali. Con questa parabola grottesca, sospesa tra tragedia e comicità, Andrea Camilleri realizza lo spaccato di un'epoca ma soprattutto attua un'accorata denuncia della violenza bruta, delle passioni fini a se stesse, degli ideali distorti che hanno il potere di corrompere l'innocenza fino a un punto di non ritorno. ( )
  MareMagnum | Jun 15, 2006 |
Showing 4 of 4
no reviews | add a review
You must log in to edit Common Knowledge data.
For more help see the Common Knowledge help page.
Series (with order)
Canonical title
Information from the Italian Common Knowledge. Edit to localize it to your language.
Original title
Alternative titles
Original publication date
People/Characters
Information from the Italian Common Knowledge. Edit to localize it to your language.
Important places
Information from the Italian Common Knowledge. Edit to localize it to your language.
Important events
Related movies
Awards and honors
Information from the Russian Common Knowledge. Edit to localize it to your language.
Epigraph
Dedication
First words
Information from the Italian Common Knowledge. Edit to localize it to your language.
Lo despertó en plena noche un escándalo de gritos y llantos procedente del comedor.
Quotations
Last words
Information from the Italian Common Knowledge. Edit to localize it to your language.
Disambiguation notice
Publisher's editors
Blurbers
Publisher series
Information from the Italian Common Knowledge. Edit to localize it to your language.
Original language

References to this work on external resources.

Wikipedia in English (1)

Book description
Haiku summary

No descriptions found.

No library descriptions found.

Quick Links

Swap Ebooks Audio
3 wanted1 pay1 pay

Popular covers

Rating

Average: (2.81)
0.5
1 2
1.5 3
2 6
2.5 3
3 3
3.5
4 7
4.5
5 2

Is this you?

Become a LibraryThing Author.

 

Help/FAQs | About | Privacy/Terms | Blog | Store | Contact | LibraryThing.com | APIs | WikiThing | Common Knowledge | Legacy Libraries | Early Reviewers | 99,145,446 books! | Top bar: Always visible